A chi non è capitato,  spulciando fra il surplus militare nelle fiere radioamatoriali, di trovare uno di quegli stiletti militari componibili in 7 sezioni? Bene, trovandomene uno in casa ho pensato di trasformarlo in un'antenna da campo con copertura continua dai 40 ai 6 metri. E' più semplice di quel che si pensi, basta dotarla di una base con un induttanza circuitabile e 4 radiali regolabili. A seconda della frequenza da utilizzare, basta calcolare un quarto d'onda e inserire un numero di stili in modo che l'antenna sia leggermente più corta del necessario, a questo punto essendo capacitiva, basta inserire la necessaria induttanza alla base e il gioco è fatto. Ovviamente per i 20, i 30 e i 40 metri andranno utilizzati tutti! La base è stata costruita in nylon, reperibile in barre cilindriche presso un buon ferramenta, al quale è stata praticata una scanalatura laterale per agevolare l'inserimento di un coccodrillo, per cortocircuitare parte della induttanza e poi filettata al tornio con passo 3mm e profondità 0,5, filettatura atta ad ospitare un avvolgimento in rame argentato da 1mm. Il connettore SO-239 è stato avvitato con die viti parker al nylon. Il tripode, inserito a pressione in un foro praticato nella base, viene da un vecchio leggìo musicale, i radiali (quattro) li tengo avvolti su portalenze da pesca, non serve tagliarli a misura per le varie frequenze ma basta avvolgerli alla punta! Non c'è altro da aggiungere, basta guardare attentamente le foto e seguire il disegno con le misure del coil di base. Allego una "tabella radiali" con delle misure che ho trovato sperimentalmente, che agevolano l'accordo. non sempre si riesce a scendere a 1:1 ma un ros di 1,8 è accettabile, specialmente perchè la lunghezza di cavo rg58 che utilizzo è minima (circa 6 metri).

 

in vendita usata contattami.